BI24_FLASH_Biella: l’Amministrazione comunale, ha deciso di affittare due spazi commerciali a basso prezzo in via Scaglia

Leggi il resto di questo articolo »

ARRESTATO SPACCIATORE VENTIDUENNE

I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Alba Adriatica, nel corso di specifici controlli antidroga hanno arrestato T. D. 22enne di Martinsicuro, per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti. Il ragazzo, infatti, al termine della perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di circa 70 gr di marijuana occultata in un Boccaccio ermetico, per evitare effluvi, posto sotto la sella del proprio scooter. Lo stupefacente incellofanato, e in parte suddiviso in dosi pronto per essere spacciato, è stato sequestrato.

RIMBORSI POST TERREMOTO, PALLINI CHIEDE A RENZI DI INTERVENIRE

“Ho chiesto al segretario Renzi di intervenire con il Governo per la questione dei tributi fiscali e previdenziali a seguito dell’ultimo terremoto”. Queste le parole di Cleto Pallini, vicesindaco di Pineto, che questa mattina ha avuto modo di interloquire con il segretario nazionale del Partito Democratico in visita a Scerne di Pineto. “Per il sisma del 2009 i comuni del Cratere hanno avuto un abbattimento di tutti i tributi fiscali e previdenziali del 60 per cento, con la restituzione del 40 per cento in 120 rate – ha spiegato Pallini – Per i sismi del 2016 e del 2017, invece, siamo di fronte ad una situazione ancora poco chiara, nonostante siano stati colpite tre regioni. Ad oggi si parla di un rimborso dell’intero sospeso con modalità di rimborso ancora poco chiare, con l’INPS che dovrebbe essere rimborsate in 24 rate e l’IRPEF addirittura in 18. Si tratta di una situazione del tutto iniqua soprattutto per le ditte operanti nell’ultimo Cratere, che rischia di diventare pesantissima, perché oltre ai danni causati dal terremoto alle strutture e al tessuto sociale, si rischia di dover rimborsare in poche rate quello che è in sospeso.
“Oltre che con Renzi, a cui ho consegnato anche una relazione, ne ho parlato anche con Matteo Richetti – ha aggiunto Pallini – Oltre che come rappresentante istituzionale, ho voluto sollevare la questione anche come rappresentate del Polo PALM e come imprenditore operante a Montorio, una delle aree più colpite dal terremoto”.

 

 

L’EXPO’ 2015 SARA’ L’APPUNTAMENTO FONDAMENTALE PER APPROFONDIRE CON MAGGIORE FORZA ED INCISIVITA’ GLI IMPEGNI POLITICI DEGLI STATI DELL’UNIONE IN MATERIA DI ENERGIA PULITA.

BIANCACLEMENTE

logo_it expo

Importante per la sopravvivenza eco-sostenibile del pianeta vincolare le decisioni politiche degli Stati, non solo a livello di efficienza energetica, pulita ed alternativa, ma anche disegnando uno sviluppo economico armonico, in sintonia con i fondamentali diritti civili e sociali, che non necessita di inseguire le disastrose sirene della decrescita.

europa

Perchè l’Europa ha deluso un po’ tutti : i piani in materia di clima ed energia UE2030 mancano di ambizione e ignorano i governi locali

Il Comitato delle regioni ha espresso delusione rispetto ai piani ambientali per il 2030 pubblicati il 3 febbraio scorso dalla Commissione europea. Il CdR auspicava infatti che le proposte impegnassero gli Stati membri dell’UE a ridurre i gas a effetto serra del 50 %, ad aumentare il mix di energie rinnovabili e a incrementare l’efficienza energetica entro il 2030. Il ben magro bottino della riduzione di gas serra del 20%, ha scontentato tutti ed è andato…

View original post 668 altre parole

Noi giovani e il progresso

Vedendo il progresso dal punto di vista dei giovani la differenza tra il presente e quello che era il passato è palpabile, ed in alcuni casi addirittura impressionante. La tecnologia progredisce sempre più veloce, ogni giorno vengono varcati limiti che un centinaio di anni fa sembravano inimmaginabili;a questa rapida progressione, le nuove generazioni si adattano di conseguenza, assorbendo nella loro vita tutti gli “aspetti del progresso”. E’ infatti difficile non notare che il mondo delle nuove generazioni è sempre più veloce, anche grazie alla diffusione di massa di internet, accessibile praticamente a tutti. Grazie a quest’ ultimo è sempre più facile condividere con altre persone i propri pensieri ed i propri momenti, ma ciò rappresenta davvero un vantaggio? In molti casi lo è; per quanto si possa pensare, l’utilizzo di internet può essere positivo per giovani a livello sociale, permettendo di interagire tra di loro in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. Se guardiamo ad un progresso meno recente, grazie alla capacità di mass- produrre oggetti e capi di vestiario, non è difficile assistere alla nascita di nuove tendenze, come non è difficile assistere al fatto che molti giovani sono disposti a seguirle anche contro la loro stessa volontà, per evitare il rischio di essere giudicati o addirittura esclusi. In questo modo la massa si fa sempre più definita e numerosa, anche se questo, nonostante possa apparire di cattivo gusto per molte persone, non rappresenta una vera e propria problematica, a meno che, come succede in alcuni casi la massa non tenda a far escludere chi non si inglobi in essa. Concludendo, é difficile stabilire se il progresso sia, in generale, un “qualcosa “di positivo o di negativo, ma una cosa è certa, ha influenzato enormemente il modo in cui noi concepiamo il mondo.

Gabriele Selva, classe II UB