Addio alle ex aree Falck: Milan e Inter si accordano per ristrutturare San Siro

Lo stadio del Milan sulle ex aree Falck resta un sogno.

   SESTO SAN GIOVANNI – L’accordo raggiunto tra i responsabili di Inter e Milan e il sindaco di Milano Giuseppe Sala chiude definitivamente ogni ipotesi di costruire un nuovo stadio sulle ex aree Falck di Sesto San Giovanni. Fine di un “sogno” e di tante speculazioni politiche visto che questa ipotesi, lanciata spontaneamente molti anni fa dai Giovani Sestesi, ultimamente è stata presa a pretesto dall’attuale giunta di centrodestra per promuovere l’immagine.

Si tratta di una vera e propria svolta per il futuro di San Siro: Inter e Milan hanno sottoscritto un’intesa per lavorare insieme alla realizzazione del riammodernamento dello stadio Meazza, con una prima fase esplorativa che si dovrebbe concludere nel 2018. L’annuncio è arrivato da parte di entrambi i club milanesi, in una nota congiunta. Il protocollo d’intesa firmato tra le società sancisce “la volontà di lavorare assieme al progetto di realizzazione di uno stadio moderno e all’avanguardia“, si legge.

La prima fase esplorativa per il nuovo progetto di dovrebbe concludere “entro la fine del 2018, al fine di procedere rapidamente con le attività progettuali e amministrative richieste per consegnare ai propri tifosi uno stadio moderno nel minore tempo possibile“. “Le due società ritengono che uno stadio condiviso sia di primario interesse per tutti gli stakeholder da un punto di vista finanziario, amministrativo e tecnico – prosegue il comunicato -. I due Club stanno valutando una serie di opzioni possibili, inclusa la ristrutturazione dello stadio San Siro, e hanno riavviato le attività di analisi delle diverse alternative attraverso la costituzione del gruppo di lavoro congiunto“. Una volontà comune, quindi, di rimanere a San Siro e di riammodernare lo storico impianto e abbandonare definitivamente ogni altra ipotesi di costruire nuovi stadi su altri terreni, compreso le ex aree Falck.

I Commenti sono chiusi