ALESSANDRIA. SCONTRO MAGGIORANZA OPPOSIZIONE SULLA QUESTIONE CITTADELLA: STOP ALLE MANIFESTAZIONI E IL 1° MILIONE DI EURO E’ PERSO.

Polemica e scontro tra maggioranza e opposizione sulla Cittadella in commissione consiliare.

La lega che esprime l’attuale maggioranza parla di scontro sul nulla,ma dall’opposizione arriva la risposta: lo scontro non è sul nulla,ma sulle risposte nulle e a farne le spese l’ex cittadella militare che rischia di perdere i fondi per la mancanza di volontà politica da parte della nuova amministrazione.

alla base dello scontro le imminenti elezioni politiche secondo la Lega: “La questione fondi non era all’ordine del giorno, è il Pd che ha voluto buttarla in “caciara” per motivi elettorali”.

Per il Pd la questione è più complessa e va al di là delle elezioni: “La questione era la Cittadella: i fondi li stiamo perdendo, la fortezza rischia di restare chiusa alle manifestazioni. Volevamo solo sapere che cosa vuole fare questa maggioranza, ma nessuno è stato disposto a dircelo”.

La riunione della commissione era stata il 23 novembre,ma convocata solo a metà dicembre e  poi riconvocata a gennaio.

Il presidente,Carmine Passalacqua,eletto nelle liste di Forza Italia,ma manifestamente monarchico e che chissà,della questione cittadella cosa direbbero, i reali di casa Savoia,ci mette la faccia: “Il sindaco aveva detto che non ci sarebbe stato perché è in ferie in Estremo Oriente”,ma Cuttica,ci chiediamo, non è  l’espressione della Lega a Palazzo Rosso e che dell’immigrazione ha fatto il suo cavallo di battaglia,in estremo oriente in mezzo a possibili futuri profughi e immigrati clandestini cosa ci è andato a fare? E poi Passalacqua prosegue spiegando che  purtroppo solo stamane la dirigente,Rosella Legnazzi, ha fatto sapere di essere ammalata”.

Meglio rinviare tutto a data da destinarsi,cioè a mai, la discussione sul futuro della Cittadella,ed invece la discussione si è aperta e sono piovute dalla minoranza domande rimaste senza risposta.

Il milione del Cipe a disposizione per il 2017 ormai è stato perso,come ha spiegato vittoria Oneto, e i fondi europei Por Fesr hanno una scadenza e verranno persi:”Con Regione e ministero avevamo immaginato la Cittadella come motore di sviluppo per la città. così si rischia di vanificare tutto. Il progetto di fattibilità commissionato e pagato dalla Compagnia di San Paolo al Politecnico è stato consegnato a settembre, ma mai reso noto. Insomma che cosa volete fare? Ne avrete ben parlato in giunta e in maggioranza”.

Le domande sono rimaste senza risposta e il leghista,Lorenzo Iacovini, ha affermato che la maggioranza sa benissimo cosa fare,ma fino ad oggi non è stato reso noto,(ci penserà la provvidenza a salvare la Cittadella) .

Il capogruppo di FI, Maurizio Sciaudone, difensore della Cittadella, si è detto d’accordo sui rischi e le regole da dare a chi utilizza la fortezza, ma il tema è tecnico, quindi senza la Legnazzi inutile discutere e se la Legnazzi si ammala ogni volta che la commissione si riunisce la questione non verrà mai risolta.

 

Il problema di fondo della Cittadella è la possibilità di accesso ai mezzi di soccorso e gli eventi che le associazioni vorrebbero programmare nel 2018 sono legati all’agibilità della fortezza.

Il ponte della Porta Reale deve essere  rinforzato altrimenti i mezzi di soccorso non possono passare.

Vittoria Oneto confermato che esiste uno studio del politecnico: “Nello studio del Politecnico c’è anche un progetto relativo a questo, ma se non lo si rende noto….”.

Dall’amministrazione solo voci ufficiose secondo cui starebbe valutando la possibilità di abilitare alle emergenze la Porta di soccorso,ma solo a condizioni di una perizia favorevole.

La perizia di settembre ha stabilito che il ponte della Porta reale non può sopportare più di 35 quintali anche se negli anni scorsi sono passati da carichi  superiori a quelli stimati,ma la legge è legge e se poi succede l’imprevisto chi risponde?

I Commenti sono chiusi