Attila, flagello di Dio

Occhio ragazzi, sta arrivando Attila.  Ma non il re degli unni quello vero, pace all’anima sua! Dice che è la più terribile ondata di freddo dall’epoca dei Babilonesi. Così minacciano quelli delle previsioni del tempo. Io invece mi aspetto che arrivi all’improvviso  Abatantuono, come nel film,  dicendo: “Eccomi, sono Attila. A  come atrocità,
doppia T come terremoto e traggedia,
I come ira di Dio,
L come lago di sancue
e A come adesso vengo e ti sfascio le corna”.
Come faccio, con questa immagine in testa, a temere il ciclone che sta arrivando e che minaccia freddo e tempeste? Cari i miei metereologi, almeno, se create un’aspettativa,  bella o brutta che sia, siate all’altezza della parola data! Che so, un inizio di glaciazione; 2 o 3 iceberg nel mar Jonio con Rose e Jack di Titanic e Celin Dion sopra e che canta “My heart will go on”! Cosi’ avete fatto con la storia di Lucifero l’estate scorsa! “Caldo diabolico, vivrete l’inferno sulla terra!”. La gente disperata che ha messo 3 climatizzatori per stanza, impostando la temperatura a meno 25 sotto zero in casa. Io mi ero fatta la pista di pattinaggio nella vasca da bagno! Quando uscivi l’escursione termica era di 55 gradi e l’anima si staccava dal corpo tipo il film Ghost, ti potevi guardare dall’alto mentre andavi in autocombiustione! Venditori abusivi per strada che invece di vendere le borse o i CD, ti inseguivano coi climatizzatori! “Signora climatizzatore? Meno 875 gradi sotto zero! Un pinguino in omaggio” Intanto al Lucifero vero negli inferi, per la vergogna, gli venivano le caldane come una donna in meno pausa. Faceva avanti e indietro dal Purgatorio a farsi le docce ghiacciate per calmarsi! Lo so, non farebbe lo stesso effetto chiamare un anticiclone Umberto, Giammaria oppure Mariassunta o Crocifissa, con tutto il rispetto per questi nomi. Ma sembra che ogni volta vi consultate con Nostradamus per annunciare la fine del mondo. Era tanto bello Bernacca,  con quella faccia rassicurante, che pure che annunciava l’arrivo di uno Tsunami in tutti gli oceani del globo terrestre, tu manco te ne accorgevi! Comunque a cautela io ho messo il piumone superimbottito avuto in regalo coi materassi della televendita. E non per rinfacciarvelo, ma Giorgio Mastrota mantiene le promesse:  se dice che il piumone riscaldera’ i vostri freddi inverni, dice il vero! Certe sudate da sauna finlandese. Cari metereologi, ricordate, chi dice la bugia non e’ figlio di Maria. E comunque “la gente non si accorge se è estate o inverno quando è felice”, lo dice Checov, e tiene raggione con due gg! Attila, vieni vie’! A come atrocita’…

I Commenti sono chiusi