Autostrade con lo sconto per i pendolari

sconto pendolariAgevolazioni fino al 20% per i pendolari. È questa la «richiesta forte» che il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi ha rivolto oggi alle società concessionarie autostradali nel corso di un incontro svolto presso il dicastero di Porta Pia. L’obiettivo, come ha spiegato lo stesso Lupi al termine dell’incontro con i vertici dell’Aiscat, è quello di far presto, rendendo operativi questi sconti già nei primi giorni di febbraio.  

Come ha spiegato Lupi incontrando i giornalisti al termine dell’incontro, la categoria dei pendolari, ai quali concedere queste nuove agevolazioni, viene definita sulla base di «dati oggettivi». «Quello della frequenza, cioè chi usa da punto a punto l’infrastruttura autostradale per 20 viaggi al mese (che sono cioè i giorni lavorativi), che diventano 40 considerando andata e ritorno; altro parametro oggettivo è quello della distanza e il raggio che viene considerato è quello dei 50 km».

Tenendo conto di questi parametri, le agevolazioni richieste arrivano fino al 20% ma, ha puntualizzato il ministro delle Infrastrutture, sono previsti «criteri di progressività per coloro che compiono, ad esempio, qualche viaggio in meno rispetto ai 40 previsti». «È giusto -ha evidenziato il ministro Lupi- in un momento come questo dare questo segnale. Il governo l’ha chiesto con forza e ora aspettiamo la risposta delle concessionarie».

Il nuovo anno  era iniziato  con una brutta sorpresa per gli automobilisti italiani. Dal primo giorno infatti sono  scattati gli aumenti dei pedaggi, che in media costano il 3,9% in più.

Gli incrementi sulla rete, nonostante il lavoro di contenimento, sono arrivati a  superare in alcuni casi anche l’8%, con il caso limite della Padova-Venezia dove il rincaro tocca il 300%.  Gli automobilisti più fortunati? Quelli del Consorzio Autostrade Siciliane Messina-Catania e Messina-Palermo, Autostrade Meridionali (Sam) e della Asti-Cuneo, dove non si sono registrati aumenti. Incrementi più bassi della media sull’Autostrada Torino-Ivrea-Valle d’Aosta (+0,82%) e sulla Brescia-Padova, +1,44%.

fonte:http://www.lastampa.it/2014/01/15/economia/caro-autostrade-lupi-chiede-sconti-da-febbraio-per-i-pendolari-2o3OXba5UE3WMWIyDI12DJ/pagina.html

I Commenti sono chiusi