Ben 2 milioni di euro destinati per i dublinanti a Crotone, per Spatara (Azione Identitaria) è l’ennesimo atto vanesio.

Mentre la nostra regione continua a rimanere maglia nera in molti settori con una prospettiva di sviluppo socio-economica praticamente uguale a zero, la Giunta regionale guidata da Mario Oliverio riesce a dotarsi di un decreto di finanziamento di oltre 2 milioni di euro a favore del Comune di Crotone per assistere gli immigrati in attesa del permesso di soggiorno.

Non sto qui ad elencare le varie problematiche della città pitagorica altrimenti non basterebbe un semplice foglio bianco per scriverci su tutto ciò di cui necessita questo territorio da anni martoriato da devastazioni ambientali, da inquinamento tossico, da collegamenti mancanti e fatiscenti, da disoccupazione, emergenza abitativa etc., ma i due sostenitori della filosofia buonista-immigrazionista, Corbelli e Manoccio, evidentemente non conoscono o fanno finta di non sapere.

Proprio il regolamento di Dublino, dinanzi al quale prefetture e questure italiane  nulla possono, dovrebbe spingere persone dotate di buon senso nel battere i pugni sul tavolo e cominciare ad intraprendere una sorta di battaglia al contrario per questi xenofili della prima ora, impegnandosi ad incalzare una UE e di conseguenza il governo italiano a spingere per un umano rimpatrio di questi disperati, la maggior parte dei quali non proviene da alcune zone di guerra, nei loro paesi di provenienza e cominciare, anche con l’ausilio di questi fondi, nel cercare di sostenerli nelle loro terre. Ma queste sono proposte che neanche pensano di prendere minimamente in considerazione in quanto non danno visibilità mediatica ed encomi da rivista di carta stracciata e di cui personaggi come Manoccio, Corbelli ed a cui aggiungo anche il sindaco di Riace, Lucano, si inebriano e pontificano.

Questi due milioni di euro non serviranno assolutamente a mutare lo status quo della disperazione e del degrado in cui vivono i cosiddetti “dublinanti” stanziati nella stazione ferroviaria di Crotone, infatti di immagini come quelle ne troveremo sempre più spesso, e questo decreto di finanziamento lanciato in pompa magna dal duo Manoccio-Corbelli, servirà solo a regalargli qualche altro momento di celebrità ma anche di menzogna.

Per noi di Azione Identitaria si sta preparando un autunno molto caldo sul fronte immigrazione ed accoglienza, e non solo, che al confronto quello politico-sindacale e di piazza coniato da De Martino nel 1969, è niente.

 

Bruno Spatara

Reggente regionale

AZIONE IDENTITARIA CALABRIA

I Commenti sono chiusi