BI24_FLASH_Gaglianico: dopo la rapina shock ad una famiglia cinese, Anna Pisani attacca. “Telecamere spente”

gaglianico-telecamere-sicurezza-biella24

Prima, una serie di piccoli furti nelle abitazioni; quindi, solo qualche giorno fa, il gravissimo episodio della rapina avvenuta nella villetta di una famiglia cinese, in cui due bambine sono state tenute in ostaggio dai banditi, per poter estorcere soldi ai genitori terrorizzati. Ovvio che oggi, i cittadini di Gaglianico si sentano tutt’altro che sicuri e che chiedano, ovviamente, all’Amministrazione comunale di tutelarli.
Come? Per esempio, come spiega Anna Pisani dell’opposizione, accendendo il sistema di telecamere di sicurezza, di cui il paese è dotato… “A meno di venti metri dall’abitazione colpita dai malviventi, vi sono delle telecamere installate a fine 2014 dall’amministrazione Maggia , che intendeva verificare la loro efficacia per un periodo di prova di un paio di mesi. Peccato però, che quelle telecamere, come le altre installate sul territorio comunale, non sia in funzione”.
Se non ci fosse un episodio criminale gravissimo di mezzo, ci sarebbe quasi da ridere, perché… “Le telecamere conclude Pisani – sono state spente dopo aver brillantemente espletato il loro compito. Quando Maggia, durante un vecchio Consiglio comunale, lo spiegò, non ci volevo credere… Eppure è così: grazie al nostro sindaco pasticcione, le indagini che la polizia porta avanti, per scoprire gli autori della rapina, non potranno essere aiutate dalle telecamere, installate proprio per questo scopo…”.

I Commenti sono chiusi