Bollettino arcobaleno – News dal mondo 22/01 – 10/02

Spagna – Il 27 gennaio il  Centro Municipal de Recursos LGBTI di Barcellona, inaugurato dalla sindaca Ada Colau nella settimana precedente,  ha subito un attacco neonazista. Vetrine rotte, una croce celtica e scritte omofobe come “Fuck LGBTI” e “Siete morti”. “E’ un attacco vile”, ha detto la sindaca Colau. “Ma non ci fa paura, al contrario. Siamo una città orgogliosa di essere diversa. A Barcellona l’amore vince”. Fonte Eldiario.es

Algeria – Il presidente del sindacato dei giudici, Djamel Aidouni, invita il governo a rifiutare qualsiasi pressione di “organizzazioni non governative” per abolire l’articolo 388 del codice penale che incrimina l’omosessualità. “Il/La colpevole di un atto di omosessualità è punito con la reclusione da due mesi a due anni, e una multa di 500 dinari a 2000 dinari. Se uno degli autori ha meno di diciotto anni, la pena nei confronti della persona maggiorenne può essere aumentata fino a tre anni di carcere e 10.000 dinari di multa”. Per Aidouni “la società algerina è conservatrice e musulmana prima di tutto”. Fonte Observ’Algerie 

Francia- Bilal Hassani, cantante queer di The Voice France (2015), rappresenterà il suo paese al contest musicale Eurovision, a maggio. “Mi dicevano ‘Sei gay!’ E rispondevo ‘ma non lo so, ho 12 anni, lasciatemi in pace’. Ed è stato difficile vivere. Durante tutti gli anni delle medie, mi hanno incollato un’etichetta che nemmeno io avevo deciso di darmi”, ha detto il cantante ai microfoni di Europe 1. La sua canzone “Roi” è stata visualizzata 10 milioni di volte su youtube.
Il governo francese ha lanciato una nuova campagna di lotta all’omofobia e alla transfobia nelle scuole. “Frocio resta l’insulto più pronunciato durante la ricreazione”, ha detto il presidente di SOS Homophobie Joel Deumier.

Marocco –  L’omofobia della polizia e la condivisione di foto e video sui social puo spezzare le vite di persone vulnerabili. Durante la notte di capodanno a Marrakech Chafik Lafrid, 33enne impiegato in una clinica privata, è stato fermato e umiliato dalla polizia, che lo ha costretto a ballare per strada. Perché? Chafik portava un vestito blu. I video e le foto delle molestie sono finiti sui social network e l’uomo è stato ripudiato da famiglia e amici. Chafik ora cerca protezione e asilo in un altro paese.
In Marocco, l’articolo 489 del codice penale criminalizza le relazioni omosessuali con pene da sei mesi a tre anni. Fonte Ilgrandecolibri.com

Iran – Il 10 gennaio un uomo è stato impiccato pubblicamente a Kazaroon, con l’accusa di rapimento e violenza sessuale ai danni di due minori. Non è stato accertato se il rapimento fosse finalizzato a scopi sessuali. La sharia in Iran punisce l’omosessualità in base a criteri differenti, tra cui l’esecuzione per impiccagione. Ad esempio, se il rapporto sessuale tra uomini è consensuale, l’attivo (chi penetra) riceve 100 frustate mentre il passivo (penetrato) viene punito con la morte. Si stima che dal 1979, inizio della rivoluzione islamica, le esecuzioni a causa dell’orientamento sessusale siano circa 8000.
La sharia, non si rivolge direttamente all’amore saffico e alla sua pratica che, anche nella percezione sociale, sembra non esistere. Gli “atti non naturali”, come il sesso tra donne, sono puniti con 100 frustate. Se recidivi, anche con la pena di morte. Fonte Huffpost.es

Brasile – Una banda criminale attiva a Rio de Janeiro, arrestata dalla polizia brasiliana il 23 gennaio per attività mafiose ed estorsione,  potrebbe essere coinvolta nell’assassinio di Marielle Franco, consigliera comunale di Rio morta in un agguato il 14 marzo 2018. “Si tratta di una organizzazione criminale che da tempo terrorizza la popolazione”, ha detto Fabio Barucke, uno degli agenti di polizia che ha preso parte alle indagini. “Non escludiamo la possibilità che abbiano preso parte all’omicidio di Marielle Franco,” ha dichiarato Simone Sibilio, pubblico ministero che supervisiona l’operazione contro la milizia. Secondo le indagini, due membri della milizia sarebbero vicini all’entourage di Flavio Bolsonaro, senatore e figlio del presidente brasiliano. Fonte RaiNews

 

I Commenti sono chiusi