Botulino&co: I nuovi mostri

Ieri sera, verso chiusura, ero li’ che sistemavo un po’ di riviste prima di tornare a casa quando, ad un certo punto, una foto su una copertina mi ha terrorizzato ed ho quasi gridato “aiuto!”. La foto in questione era questa:

Donatella Versace

Ora: premesse le solite balle dell’ “ognuno e’ libero di fare del proprio corpo cio’ che vuole” e “se si sente bella cosi’..” .. No dico, stiamo scherzando?! Complimenti per la messa in piega impeccabile, il colore del vestito e’ di un cipria nudo elegante e raffinato ma .. Donatella, che hai fatto?! Tutto quel trucco pesante sugli occhi che neanche Joker oserebbe, e poi quelle labbra, mi verrebbe quasi da toccarle: e’ la stessa gommapiuma del mio divano oppure e’ silicone avanzato stile Saratoga-silicone-sigillante?!

 

No ragazzi, non ci siamo proprio, queste cose qui devono vietarle, ora va bene sentirsi a proprio agio col proprio corpo ma questa qua provoca attacchi di cuore agli altri, non a se’ stessa! Che poi, perche’ si e’ ridotta a tanto? Voi ve la ricordate quando viveva ancora nell’ombra del povero defunto fratello Gianni (R.I.P.) e sembrava la ragazza della porta accanto? Ecco: dov’e’ finita quella Donatella li’?

150px-Donatella_e_Gianni_Versace

Ora: e’ anche vero che quelli li’ erano gli infausti anni ’80 dai colori psichedelici, gli orecchini di plastica e i rossetti fluo e quindi giustamente Donatella potrebbe aver deciso di dare un taglio netto con quel passato li’ fatto di spalline alla Star Trek e sopracciglia incolte (anche perche’ stiamo parlando della Maison Versace e non dell’Oviesse), pero’ cosi’ mi pare un po’ troppo e sinceramente, semmai avessi un figlio, anziche’ cantargli la ninna nanna e recitare il verso dell’uomo nero (coretto razzista e di dubbio gusto) gli direi “ninna nanna ninna o, questo bimbo a chi lo do, di certo non a Donatella Versace  tutta fatta di silicone audace” – perdonatemi la rima blanda, ma e’ di sicuro effetto!

 

donatella-versace-marzo-2008

I Commenti sono chiusi