Caiazzo. Fantasia e immaginazione ‘spulciate’ sabato 26 dal fantasiologo Carrese

arteteca-10x15-carrese-locandina-11massimo gerardo carrese 2012 aA SS. Giovanni e Paolo, amena frazione di Caiazzo, sabato 26 settembre, alle ore 18,

presso la propria sede sociale (ex asilo delle suore) l’Associazione “Asd Arthletica” ha organizzato un incontro sul tema della fantasia e dell’immaginazione, viste nella dimensione quotidiana e nelle principali discipline: umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche.

L’evento vedrà la partecipazione del noto fantasiologo caiatino Massimo Gerardo Carrese, studioso di “Storie e Caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione”.

L’incontro è interattivo: le persone sono chiamate a partecipare alle argomentazioni trattate con esercizi, dimostrazioni pratiche, riflessioni sulle due facoltà della mente, fantasia e immaginazione.

Anche per gli antichi Greci il concetto d’immaginazione coincideva con quello della fantasia: l’immaginazione è la capacità di elaborare schemi mentali relativi a oggetti della realtà.

La fantasia, invece, è legata al processo creativo che, unita all’esperienza e alla conoscenza, consente all’uomo di creare qualcosa di nuovo.

Massimo Gerardo Carrese è anche musicista, poeta, onomaturgo, autore di scritti su fantasia e immaginazione, di azioni parassurde (dimostrazioni parassurde); è amico del gruppo “OPLEPO”, acronimo di Opificio di Letteratura Potenziale, e ideatore di giochi interdisciplinari che raggruppa sotto la definizione di giochi fantasiologici.

“L’immaginazione a volte dispiega ali grandi come il cielo in un carcere grande come una mano” (A. de Musset)

(Giovanna Petruccelli)

I Commenti sono chiusi