Cinisello, Aler e sindaco firmano documento sulla sicurezza nei caseggiati popolari

Case popolari (Archivio)

   CINISELLO BALSAMO – Un nuovo patto per garantire maggiore sicurezza nei complessi di alloggi popolari di proprietà di Aler nel quartiere sant’Eusebio, soprattutto per risolvere le criticità ancora esistenti, ma anche impedire le attività illecite colpite con l’ultima maxi operazione delle Forze dell’ordine la scorsa estate e rafforzare la legalità. E’ questo l’obiettivo che si sono prefissati l’Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo e Aler con la firma di un protocollo d’Intesa che va a rafforzare un rapporto di collaborazione già in atto da tempo con i contratti di Quartiere 1 e 2.  Un documento che è stato sollecitato più volte dal sindaco Siria Trezzi per introdurre regole di convivenza corrette e rispettose negli alloggi Aler,

Siria Trezzi e Mario Angelo Sala, presidente di Aler Milano, si sono incontrati a Cinisello Balsamo per siglare il Protocollo. Tra i compiti di Aler l’impegno a consolidare il confronto e la collaborazione con gli abitanti, anche attraverso gli strumenti partecipativi introdotti dal Contratto di Quartiere, come lo Sportello. Ma soprattutto la garanzia di intervenire tempestivamente nella assegnazione degli alloggi, in stretta collaborazione con gli uffici comunali, al fine di evitare l’eventualità di occupazioni abusive. Aler si impegna, inoltre, a potenziare i controlli finalizzati alla verifica del rispetto dei regolamenti; a monitorare, anche attraverso il lavoro dei propri ispettori, le situazioni di irregolarità ed illegalità nei propri stabili e a costruire con gli uffici comunali procedure di incrocio dei dati. Infine il protocollo d’Intesa stabilisce che vengano definite e concordate nuove azioni a supporto delle attività delle Forze dell’Ordine perché si possano tenere costantemente monitorate le situazioni di criticità in tema di sicurezza.

Da tempo con le Forze dell’Ordine si lavora sul tema della sicurezza nei diversi incontri del Tavolo regole. Questo Protocollo rafforza una collaborazione con un altro partner importante, la proprietà degli alloggi, e definisce compiti precisi che vanno in una direzione comune: garantire un servizio destinato a chi vive in una condizione di fragilità, nel rispetto delle regole” ha dichiarato il sindaco Siria Trezzi

I Commenti sono chiusi