Cinisello, la pista ciclabile del centro si “mangia” 80 parcheggi e i commercianti protestano. Il sindaco: colpa della vecchia Giunta

Foto simbolica.

   CINISELLO BALSAMOLa realizzazione della pista ciclabile in via XXV Aprile porta via decine di posti auto e i commercianti sono molto arrabbiati, ma il sindaco Giacomo Ghilardi scarica tutte le responsabilità sulla vecchia gestione. Il comunicato dell’ente non lascia spazio alle critiche dei commercianti.

Un progetto scellerato confezionato ai danni di tanti cittadini e commercianti che, fino all’ultimo, ha dimostrato l’incapacità di governare della giunta Trezzi. Un’eredità scomoda e pesante che ha lasciato a noi e all’intera cittadinanza“, con queste parole il sindaco Giacomo Ghilardi ha commentato la scelta di collocare la nuova pista ciclabile di 2,5 mt lungo il lato sinistro di via XXV Aprile con la conseguente eliminazione di parcheggi.

Negli ultimi giorni in città si è, infatti, sollevata la polemica sui lavori già in corso per la realizzazione della pista ciclabile che da viale Togliatti corre su via Ariosto e arriva in centro città per poi transitare lungo via Meani e De Ponti con doppio senso di marcia. Il progetto, finanziato dalla Regione Lombardia con bando Por-Fesr, approvato nella sua fase esecutiva e appaltato dalla precedente amministrazione, comporta l’eliminazione dei parcheggi, alcuni dei quali a pagamento.

Oltre 80 posti auto che spariranno nel tratto tra via Monte santo e via XXV aprile con conseguenti danni per i residenti e al commercio di vicinato del centro cittadino, che difficilmente riuscirà a resistere a tale scelta assurda. Ora ci troviamo di fronte ad un progetto che ha già visto l’apertura dei cantieri, pertanto in una condizione che non ci permette alcun margine di cambiamento” ha spiegato il vicesindaco e assessore al Commercio Giuseppe Berlino.

Ieri il sindaco e il vicesindaco hanno effettuato un sopralluogo per capire quali sono le difficoltà e le problematiche emerse, lunedì 22 ottobre è stato fissato un incontro con le associazioni di categoria. “Noi ci abbiamo messo la faccia, incontreremo i commercianti per cercare insieme possibili soluzioni tampone che possano in qualche modo dare risposte concrete alle giustificate proteste e critiche, consapevoli che non sarà semplice, perché i giochi sono già stati fatti” ha continuato Giuseppe Berlino

E pensare che i precedenti amministratori, con orgoglio, hanno sponsorizzato l’avvio dei lavori con foto e video-interviste attribuendosi il merito di questa scelta” ha concluso il sindaco.

I Commenti sono chiusi