DUE GENERAZIONI A CONFRONTO: LA NOSTRA E QUELLA DEI NATIVI DIGITALI

DI FABRIZIO FALCONI
fabrizio-falconi
I quindicenni di oggi, primi adolescenti totalmente nativi digitali, sono un esperimento sociale e antropologico interessante e molto inquietante. La gran parte dei genitori che conosco ha abdicato volentieri e subito, uniformandosi ad una supposta e sottesa legge di buon senso universale: “che vuoi che sia, in un modo o nell’altro cresceranno anche loro,” che somiglia tanto a quella cosa anticamente chiamata ignavia. Io credo che sia assai sottovalutato e ignorato il cambiamento antropologico in atto nel breve volgere di pochi anni. Il cosa comporti vivere tutta la propria vita su un proscenio fasullo e digitale, dove le persone non hanno essenza ma solo apparenza, dove il contatto vero umano -occhi abbracci espressioni – è ridotto al minimo, dove la protesi telefonica innestata nel loro braccio e le interminabili ore passate davanti allo schermo producono alienazione, allontanamento progressivo dal principio di realtà, incapacità di diventare persone responsabili. La nostra generazione ha fallito. Le nuove rischiano di non saperci nemmeno provare.

nativi-digitali

I Commenti sono chiusi