Energia rinnovabile: crescono i consumi in Europa, bene l’Italia

Sono positivi i dati Eurostat relativi al consumo di energie rinnovabili nei Paesi UE. Il target fissato per il 2020 prevede che il 20% dei consumi energetici dell’Unione Europea provenga da fonti rinnovabili. Nel 2016 è stata raggiunta quota 17%, il doppio rispetto a quanto registrato nel 2004 (8,5%). Buone le performance di 11 Stati membri, tra cui l’Italia, che hanno già raggiunto o superato il proprio target con largo anticipo rispetto alla scadenza del 2020.

Prima della classe la Svezia, con una quota rinnovabile di poco inferiore al 54% (target 49%), seguono Finlandia al 38,7% (target 38%) e Lettonia con il 37,2% (target 40%). Bene l’Italia che già dal 2014 ha superato il proprio target del 17%, raggiungendo nel 2016 quota 17,4%.

Ancora tanto lavoro da fare per Francia, Irlanda, Lussemburgo, Olanda e Regno Unito, tutti lontani più di 5 punti percentuali dai rispettivi obiettivi 2020.

 

I Commenti sono chiusi