Giorgio Napolitano ‘bacchetta’ Mario Monti e Pietro Grasso

NAPOLITANO-GRASSO-MONTIIl Napolitano che non t’aspetti. Che il Presidente della Repubblica sia uno strenuo difensore del Governo Letta, di cui in qualche modo è stato demiurgo, è cosa nota.

In questi giorni Giorgio Napolitano prima si è speso per difender il ministro Saccomanni, finito nel mirino del PdL, e oggi scende in campo per fare da scudo alle critiche verso l’esecutivo mosse da Mario Monti.

Il professore ieri aveva in qualche modo lanciato un ultimatum ad Enrico Letta, reo, a suo dire, di non aver impresso all’azione di governo la giusta forza: «O il governo cambia marcia o Scelta Civica se ne andrà», aveva sentenziato. La risposta di Napolitano arriva oggi da Zagabria: «Faccio molta fatica a prestare al professor Monti un volto minaccioso. Penso che voglia giocare un ruolo di stimolo» nei confronti dell’esecutivo. «Vedremo cosa risponderanno adesso i partner l’importante è operare con serenità, prescindendo dalle polemiche politiche che, tra l’altro, si svolgono al di fuori del governo. Lo coinvolgono come oggetto ma non caratterizzano i rapporti» fra le forze politiche che lo sostengono.

Napolitano, poi, ne ha anche per Pietro Grasso, il presidente del Senato, che ieri era intervenuto con forza nella polemica sulle riforme, invitando il Parlamento ad occuparsi prima di tutto della legge elettorale, piuttosto che del tema della giustizia: «Non ho di che pronunciarmi, e forse non mi sarei pronunciato comunque sulle parole di Grasso. Le sue sono opinioni personali ma legittime».

Insomma, nulla che incida seriamente sul dibattito politico.

(Fonte & Aggiornamenti: http://www.blogo.it/news/politica/redazione/36315/napolitano-bacchetta-mario-monti-e-il-presidente-grasso/ - via Giorgio Napolitano su Mario Monti e Pietro Grasso)

41.178154
14.364271

I Commenti sono chiusi