Il mercato di via Craxi crea ancora polemiche: i Giovani Sestesi chiedono al Comune di annullare le multe ai residenti

    SESTO SAN GIOVANNINon si placano le polemiche sul trasferimento del mercato rionale da via Cavallotti a via Craxi, quello del venerdì mattina, dove i residenti che avevano parcheggiato si sono trovati davanti alla sgradita sorpresa di una multa sul parabrezza se non addirittura di non trovare più la vettura portata via col carro attrezzi. La protesta è generale e tutti sostengono che non sono stati avvisati adeguatamente, mentre il Comune replica che gli avvisi sono stati fatti per tempo e nelle forme previste. Sull’argomento, denunciato dai Giovani Sestesi, c’è una replica dove si chiede che le multe siano annullate, comprese quelle della rimozione col carro attrezzi. Ecco il comunicato:


Caro Sindaco Di Stefano, le bugie hanno le gambe corte, soprattutto quando sono poco credibili. In merito alla scandalosa gestione dello spostamento del mercato del venerdì in via Bettino Craxi l’amministrazione si è giustificata sulle colonne del quotidiano Il Giorno dicendo di aver istallato cartelli ben visibili e di aver avvisato da tempo commercianti e ambulanti per concordare le procedure. Allora ci domandiamo: perché sono serviti tanti carri attrezzi per rimuovere un enorme numero di automobili? E ancora: dice di aver concordato con ambulanti e commercianti, ma i cittadini che risiedono li chi li ha avvisati?

Se davvero l’amministrazione comunale avesse agito correttamente, i vigili venerdì mattina si sarebbero trovati dinanzi all’auto in divieto di sosta di uno o pochi cittadini sbadati, ma il fenomeno è stato così diffuso che evidentemente qualcosa non ha funzionato nella comunicazione. Con queste dichiarazioni l’amministrazione tratta come imbecilli i sestesi, ai quali dovrebbe solamente chiedere scusa e ritirare le contravvenzioni che gli hanno fatto i vigili.
#lebugiedidistefano continuano e diventano sempre più grottesche.

Giovani Sestesi Sesto San Giovanni

I Commenti sono chiusi