Il servo muto

Difficile intervista di Luca Bottura di Repubblica con il presidente del Consiglio, prof. avv. Giuseppe Conte

Incontro Giuseppe Conte in una cabina telefonica sull’Aurelia. Via Whatsapp mi ha fatto sapere che si sarebbe liberato della marcatura di Casalino fingendo di andare a comprare le sigarette. «Non fumo, ma tanto non ascolta mai quello che dico». Per essere sicuro che nessuno lo riconoscesse, ha indossato una maschera da Giuseppe Conte. Ha accettato di farsi intervistare per smentire le insinuazioni su una sua presunta insussistenza che i giornaloni pagati da Soros e foraggiati col denaro pubblico continuano ad avanzare. L’accordo però è che non potrà dire nulla che non sia specificamente scritto nel contratto o che non sia stato oggetto di analisi con gli alleati. Ecco la fedele trascrizione del nostro colloquio.

Professor Conte, intanto grazie per aver accettato la nostra intervista. Molti si chiedevano dove fosse finito. Come sta?
… … …
Ecco. Parliamo di immigrazione: Salvini usa toni sempre più estremi e in Italia, al contempo, si moltiplicano i casi di intolleranza verso gli stranieri: qual è la posizione ufficiale del Governo?
… … …
Molto chiaro. Toninelli sta bloccando fior di opere pubbliche e non decide su nulla manco sulla chiusura dei porti. Che si fa?
… … …
Parole sante. Alla prima mediazione non ereditata da Calenda, Di Maio ha fatto licenziare 318 persone e la Bekaert se ne va in Romania. Non è preoccupato?
… … …
Chiarissimo. Ieri il sottosegretario leghista alla Giustizia si è augurato di spazzare via le correnti di sinistra del Csm. Molti sollecitano un suo intervento di rimozione. Cosa farà?
… … …
Ma lo sa che lei è davvero incisivo? Decreto dignità: chi decide? Pare ci sia una spaccatura e la base leghista del Nord è in tumulto…
… … …
Non sia così tranchant, però. Gli F35. La ministra Trenta ne conferma l’acquisto a patto che si chiamino F30… Ha capito? È una battuta: F35, F30…
… … …
Niente. Senta, mi dica qualcosa almeno sul presidente Pd della Basilicata ai domiciliari…
… … …
Vuol più bene alla mamma o al papà?
… … …
Questa era facile, dai… Ma presidente… dove va? Non mi ha detto niente!

Poco dopo, mentre ancora lo vedo sparire camminando verso l’ufficio, ricevo un ultimo messaggio Whattsapp: «Aiuto». Non ne saprò più nulla.

I Commenti sono chiusi