Incidente nei cieli siriani

Il 17 settembre un aereo tipo Illyushin Il-20 è stato colpito per errore da una batteria anti-aerea siriana che stava rispondendo al fuoco a dei caccia probabilmente israeliani. L’incidente ha causato 15 morti. Il ministero della Difesa russo ha , infatti, dichiarato che dei caccia israeliani hanno sfruttato l’aeromobile russo come “scudo” per non farsi intercettare dai sistemi di difesa aerea siriani.

Intanto l’agenzia rissa Tass afferma che l’aereo Il-20 “è scomparso durante un attacco di quattro jet F-16 israeliani alle strutture siriane nella provincia di Latakia.

Nella vicenda è intervenuto anche il presidente siriano, Bashar al Assad, il quale quest’oggi durante una dichiarazione ha affermato la complicità di Israele nel incidente avvenuto nei cieli siriani.

Nei giorni scorsi il presidente Netanyahu si è impegnato in varie chiamate rappresentative verso Putin per esprimere il proprio cordoglio.

Putin invece ha dichiarato ufficialmente che l’evento è stato una “tragica catena di circostanzedepositphotos_71967663-stock-photo-f-16-fighter-with-israeli“.

I Commenti sono chiusi