La protesta del latte continua…

Continua la protesta del latte. Oggi, 13 febbraio 2018, i manifestanti si sono spostati sulla statale 125 – Orientale Sarda. Circa cento pastori hanno presidiato la zona, sempre in termini pacifici: i pastori produrrano formaggio e ricotta con il latte ovino e distribuiranno tali prodotti ai cittadini. Il resto del latte versato per terra.
Una battaglia questa che ha l’obiettivo di far innalzare il prezzo della materia prima, con la possibilità di riuscire a coprire maggiori costi di produzione.

In testa alla protesta la Coldiretti. L’obiettivo della manifestazione è quello di garantire un futuro al settore agricolo, settore strategico da difendere per il nostro rinomato Made in Italy. Evitare anche quanto già accaduto l’anno precedente e che ha interessato la filiera olivicola, con conseguenti quali la perdita di posti di lavoro. Dunque, in attesa che si trovi un accordo, come anche già annunciato da Salvini, evitiamo di mettere in ginocchio ancora un altro settore del nostro Paese.

I Commenti sono chiusi