L’arcobaleno è una truffa!

L’arcobaleno è bello. L’ho visto poco tempo fa un arcobaleno, colorato, nel cielo ancora grigio e umido.

Già perché l’arcobaleno giunge sempre dopo una tempesta e ti fa dimenticare le devastazioni da questa provocate.

E’ una truffa l’arcobaleno. Potremmo anche farne a meno, perché a meno potremmo fare delle tempeste.

Però quando giunge, eccoci li, tutti ad ammirarlo. Tutti a dire: “Oh l’arcobaleno, oh! Adesso sì è finita la tempesta…”

Quando giunge l’arcobaleno, nessuno ricorda più la tempesta.

Nessuno più ricorda l’oscurità del cielo durante il temporale, il forte vento che quasi sradicava gli alberi.

Perché nessuno ama ricordare ciò che è grigio.

Guarda che bello, adesso, l’arcobaleno!images

L’arcobaleno ti cambia la vita.

E’ il colore, dopo il nero che ha eclissato il sole.

Non ti chiedi neppure dove abbia inizio l’arcobaleno, né tantomeno dove abbia fine. Ti vien voglia solo di passarci sotto, di farne il tuo ponte, di farti avvolgere dai suoi colori.

Ma non puoi. Perché l’arcobaleno è irraggiungibile, non esiste.

Non esiste, eppure lo vedi!

E’ una truffa l’arcobaleno.

Lo sappiamo che è una truffa, eppure tanti, anche dopo una tempesta, non vedono un arcobaleno, non hanno la gioia d’essere truffati.

Quanto, invece, desidererebbero esserlo.

Perché dopo il grigio, non c’interessa se sia una truffa o meno, ma noi il ‘nostro’ arcobaleno lo vogliamo tutti, anche se sappiamo che non esiste, che è irraggiungibile e che mai, mai, riusciremo a passargli sotto.

I Commenti sono chiusi