L’immancabile Pitta di S.Martino…

 

Un dolce popolare che emerge nelle festività natalizie e che nessun calabrese se ne priva.Dopo un giro in un negozio tipico calabrese, tra frutta di ogni genere, pezzi di pregio di artigianato calabrese, scegliamo gli ingredienti per prepararli, per sigillare anche con il nostro dolce tipico le festività natalizie 2018, dopo aver trovato anche delle eccezionali mandorle siciliane, ed aver prodotto anche il torrone, gemello d’onore sulla tavola calabrese alle “PITTE DI S.MARTINO”. Venivano prodotte a novembre , nella ricorrenza del santo, venivano prodotti dai nobili e dal popolo , dalla gente comune, che ricavava dalla campagna i preziosi ingredienti principali.Prodotti dolciari calabresi che richiamano  tradizioni millenarie, INIMITABILI ,perché regali nel tramandare , di generazione in generazione, tipicamente freschi e obbligatoriamente  fatti a mano con materie prime inconfondibili, dai gusti pregiati e dagli aromi distintivi di una terra che da tanto a chi la coltiva, la onora , regalando frutti veri e  sinceri nei gusti. DOPO aver ammirato tantissimi articoli artigianali di pregio , che ricordano le tavole imbandite di un tempo, con bicchieri di terracotta smaltati, bottiglie di vino impagliate, cestini di canna o vimini,fatti a mano, contenitori identitari e naturali, di un tempo , quando i nostri nonni raccoglievano i fichi , le noci , per conservarli per le festività, per arricchire la tavola di ricchi dolci di gente umile di Calabria, di gente comune, di contadini, che hanno donato a questa terra , una vera e ricca civiltà contadina. PASSIAMO alla ricetta  , che potrebbe avere delle varianti in altre zone della Calabria, ma che nella sua ricetta ha pilastri fondanti di ingredienti immancabili, quali fichi secchi, noci, uvetta, vino cotto.

INGREDIENTI DELLE PITTE S.MARTINO

-1 KG di farina OO

-2 buste lievito 

-limone grattugiato

-4 UOVA

-1 bicchiere di olio e uno di latte

-busta vaniglia

–  250 gr zucchero

RIPIENO

-1 KG di noci

-uvetta q.b.

-chiodi di garofano

-cannella

-un cucchiaio di cacao

-vino cotto 

-2 tazze di caffe’

Dopo aver fatto l’impasto e creato una sfoglia, cominciamo a formare il ripieno delle nostre Pitte,  a fuoco lento, amalgamiamo i nostri ingredienti, che trovate elencati, quindi cominciamo a formare forme di pasta a scelta, mettiamo con un cucchiaio l’impasto e le chiudiamo, Le inforniamo , nel classico forno elettrico di casa, ma nei paesini e nei borghi di Calabria, che ne ha la possibilità le cuoce nel forno a legna. Cottura 15 20 minuti massimo, controllando da vicino la loro completa cottura. Dopo averle sfornate , vengono spolverati con palline di zucchero colorati, per dare colore e decorazione collegata alle festivita’ che vivrete.Conservare , tramandare e rinnovare , anche con gusti di un tempo , le proprie origini, le forti e vive civilta’ contadine, che hanno dato lustro a questa terra, è la minima missione che ogni calabrese deve compiere, facendo cosi , non solo si rafforza nella sua identita’ , ma allo stesso tempo aiuta l’economia nello stuzzicare l’economia interna ,sia comperandole e sia comperando dai contadini e nei negozi di qualita’ gli ingredienti per addolcirsi le festivita’ natalizie, con le proprie mani , conoscendo bene cosa consuma , dando priorita’ al consumare e allo spendere calabrese e italiano.

Buone festivita’ e non dimenticatevi di portare sul vostro tavolo , i dolci gemelli del gusto che si chiamano

PITTE DI S.MARTINO

 

e  TORRONE DI MANDORLE

 

#trasparenzacalabreseinrete

Gianpiero Taverniti

 

 

I Commenti sono chiusi