Luigi Necco, oggi i funerali: il ricordo di colleghi e delle istituzioni!!!!!

luigi-necco-camera-ardente-2

Luigi Necco, oggi i funerali: il ricordo di colleghi e delle istituzioni
„Le esequie del giornalista, spentosi ieri ad 83 anni in seguito ad una crisi respiratoria, si terranno nella chiesa di San Giovanni dei Fiorentini in piazza degli Artisti“

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

I funerali di Luigi Necco, narratore di un calcio che ormai non c’è più e compagno di viaggio televisivo di chi ha vissuto l’epopea di Maradona a Napoli, si terranno oggi. Il giornalista partenopeo si è spento ieri, ad 83 anni, in seguito ad una crisi respiratoria.

L’ultimo saluto a Necco è previsto alle 12, nella chiesa di San Giovanni dei Fiorentini in piazza degli Artisti. Già nel pomeriggio di ieri, nella camera ardente al Cardarelli, sono andati a fargli visita il sindaco di Benevento Clemente Mastella, il vicesindaco di Napoli Raffaele Del Giudice, Emilio Fede, l’ex presidente del tribunale Carlo Alemi.

Addio Luigi Necco, il video
Una personalità a tutto tondo, quella di Necco. Giornalista sportivo di un indimenticato “90mo minuto” dal 1978 al 1993, tra battibecchi amabili con i colleghi, il suo saluto particolare con la mano a ventaglio, lo storico “Milano chiama, Napoli risponde”. Si occupò di carta stampata, televisione. Negli anni ’90 guidò per qualche mese “Mi manda Raitre”, “L’occhio del faraone” in cui mise a nudo la sua passione per l’archeologia, curò le dirette dai campi per Canale 5. Successivamente ha ideato e condotto per Teleoggi Canale 9 il programma “L’emigrante”.

 

Ma Luigi Necco è stato anche altro: fece una scoperta archeologica di rilevanza mondiale, il tesoro ritrovato a Troia da Heinrich Schliemann. Ritenuto perduto, Necco ne individuò i ladri e trovò il nascondiglio dei preziosi, a Mosca. Non ha mai perso la sua vocazione da cronista, come ricordato anche dal presidente dell’Odg Campania, Ottavio Lucarelli.

In tantissimi si sono uniti nel suo ricordo. Di colleghi, di sportivi (anche Maradona ha postato un saluto per lui su Facebook), di personalità politiche. “È morto un maestro del giornalismo napoletano”, ha scritto Luigi de Magistris. “Un interprete dell’impegno civile per il Sud”, ha aggiunto Vincenzo De Luca. “Con lui ci lascia un modo profondo e cortese di fare giornalismo”, per Roberto Fico, deputato del Movimento 5 Stelle.

I Commenti sono chiusi