Malasanità nell’era del Renzi

Infartuato rischia di morire in ambulanza: la pista dell’elisoccorso era chiusa a chiave

elisoccorso

Mancano le chiavi della pista dell’elisoccorso dell’ospedale di Leonforte (Enna) e un paziente colto da infarto, in attesa di trasferimento a Enna o a Catania, rischia di morire. Il volto della malasanità, o meglio della mala gestione della sanità, ha rischiato di materializzarsi nuovamente in Sicilia. Solo la rottura del lucchetto dopo circa venti minuti di vana e angosciosa attesa che arrivasse il dipendente comunale con le chiavi, che in quel momento non era reperibile, ha permesso all’infartuato e all’ambulanza di raggiungere l’elicottero, pronto al decollo. A denunciare l’episodio sono stati il M5s di Leonforte e il comitato Pro Salute dell’ospedale. E a quanto pare non sarebbe la prima volta che il mancato arrivo della chiavi abbia rallentato drammaticamente la macchina dei soccorsi. Secondo quanto raccontato dal comitato Pro Salute, il reperibile del Comune in possesso delle chiavi non sarebbe stato avvertito. “In ogni caso – dicono i deputati del gruppo parlamentare M5s all’Ars – è assurdo che le chiavi non stiano in ospedale, ma a circa un chilometro e mezzo di distanza”

I Commenti sono chiusi