MALTEMPO: RIUNIONE OPERATIVA IN REGIONE CHE STANZIA 550 MILA EURO

Una riunione operativa tra Regione, Prefetture, Protezione civile regionale e Province, per fare il punto sulla gestione di eventuali emergenze che dovessero verificarsi in Abruzzo a causa dell’ondata di maltempo prevista da domenica e lunedì. Nel corso dell’incontro l’attenzione si è concentrata soprattutto sulla viabilità. Le amministrazioni provinciali hanno sottolineato come i rispettivi piani neve (che la Regione ha cofinanziato con 550mila euro) siano stati predisposti per tempo: i mezzi di proprietà sono già stati dislocati nei punti nevralgici del territorio e sono state firmate le convenzioni con una serie di ditte private pronte a intervenire in caso di necessità. Le scorte di sale sono state posizionate nei consueti punti di stoccaggio e sono stati stipulati accordi di collaborazione tra Province e diversi Comuni per la gestione di alcuni tratti stradali strategici che vanno mantenuti liberi per assicurare la circolazione viaria in sicurezza. Appena saranno disponibili previsioni meteorologiche più puntuali – quindi tra venerdì e sabato – le prefetture provvederanno anche a riunire i rispettivi Cov (i comitati per la viabilità) per concordare il coordinamento dell’attività delle forze di polizia e valutare provvedimenti congiunti sul traffico, senza escludere il divieto di transito sulle reti stradali e autostradali dei mezzi pesanti con portata superiore a 7 tonnellate e mezzo. Nel frattempo le stesse prefetture, insieme alla Regione, si occuperanno di informare Anas, Terna, Enel e operatori telefonici su eventuali criticità, così da scongiurare disagi all’utenza.

I Commenti sono chiusi

MALTEMPO: RIUNIONE OPERATIVA IN REGIONE CHE STANZIA 550 MILA EURO

Una riunione operativa tra Regione, Prefetture, Protezione civile regionale e Province, per fare il punto sulla gestione di eventuali emergenze che dovessero verificarsi in Abruzzo a causa dell’ondata di maltempo prevista da domenica e lunedì. Nel corso dell’incontro l’attenzione si è concentrata soprattutto sulla viabilità. Le amministrazioni provinciali hanno sottolineato come i rispettivi piani neve (che la Regione ha cofinanziato con 550mila euro) siano stati predisposti per tempo: i mezzi di proprietà sono già stati dislocati nei punti nevralgici del territorio e sono state firmate le convenzioni con una serie di ditte private pronte a intervenire in caso di necessità. Le scorte di sale sono state posizionate nei consueti punti di stoccaggio e sono stati stipulati accordi di collaborazione tra Province e diversi Comuni per la gestione di alcuni tratti stradali strategici che vanno mantenuti liberi per assicurare la circolazione viaria in sicurezza. Appena saranno disponibili previsioni meteorologiche più puntuali – quindi tra venerdì e sabato – le prefetture provvederanno anche a riunire i rispettivi Cov (i comitati per la viabilità) per concordare il coordinamento dell’attività delle forze di polizia e valutare provvedimenti congiunti sul traffico, senza escludere il divieto di transito sulle reti stradali e autostradali dei mezzi pesanti con portata superiore a 7 tonnellate e mezzo. Nel frattempo le stesse prefetture, insieme alla Regione, si occuperanno di informare Anas, Terna, Enel e operatori telefonici su eventuali criticità, così da scongiurare disagi all’utenza.

I Commenti sono chiusi