Muore dopo incidente, per Comitato salute è ‘malasanità’ , 118 arriva dopo 20 minuti

118

Un automobilista si sente male, perde il controllo del mezzo, si schianta e muore, con l’ambulanza che arriva solo 20 minuti dopo. A ricostruire la vicenda, avvenuta nei giorni scorsi nel Teramano, e a denunciare quello che viene definito come un “caso di malasanità” è il Comitato per la salute in Val Vibrata. “Nei pressi della strada che collega Nereto (Teramo) alla valle del Salinello, a poche centinaia di metri dall’ospedale e dal pronto soccorso – scrive il Comitato – un automobilista si è sentito male e dopo aver sbandato paurosamente si è schiantato contro il greto”. “Uno dei nostri componenti il consiglio si è trovato per caso dietro la sua auto e insieme ad altri automobilisti hanno contattato il 118 e si sono sentiti rispondere che a Sant’Omero (Teramo) non era presente nessuna ambulanza in quel momento e che il soccorso sarebbe arrivato da Alba Adriatica. L’ambulanza in questione, nonostante le continue telefonate dei presenti all’incidente – sottolineano – è giunta dopo ben 20 minuti e ha dovuto constatare purtroppo la morte del malcapitato”. Il comitato chiede “alle Autorità competenti della Asl, se si poteva salvare la vita all’automobilista intervenendo tempestivamente dal pronto soccorso di Sant’Omero, dove sono state fotografate ben quattro ambulanze. Chiediamo spiegazioni al dirigente Paolo Rolleri e alla direttrice generale Mattucci – scrive ancora il Comitato – perché si faccia chiarezza su questa vicenda affinché non accada mai più, altrimenti a cosa sarebbero servite 40 mila firme raccolte dal Comitato per salvare l’ospedale che la politica voleva chiudere?”.

I Commenti sono chiusi