Nella sala Talamucci della biblioteca centrale, con scritti e canzoni, va in scena la passione tra Sinatra-Gardner

    di Sara Calvo

SESTO SAN GIOVANNI – Due grandi personalità, Ava Gardner, tra le più grandi star della storia del cinema e Frank Sinatra, soprannominato “the voice” per la sua voce eccezionale si incontrano, si innamorano, esplode una passione intramontabile che diventerà immortale. Questo amore folle e contraddittorio, fatto di dolcezza e liti furibonde, ci è stato raccontato giovedì sera, all’interno dello spazio contemporaneo “Carlo Talamucci” in una sala gremita.

Il  carteggio sulla coppia Sinatra-Gardner, presentato da Ettore Radice, presidente
dell’associazione Mnemosyne, regista e autore dei testi, è stato interpretato attraverso
letture sceniche dagli attori Alessandro Baito e Jessica Resteghini, intervallati da alcuni
brani celebri di Sinatra, tra cui Fly me to the moon, Moon river, My way, arrangiati al
pianoforte dal maestro Alessandro Toselli e magistralmente eseguiti al canto da Massimo
Di Lullo.

Emozioni contrastanti, in un pubblico attento, per una storia d’amore tanto desiderata e sofferta che portò i due amanti al matrimonio e all’immediato allontanamento, a causa dei continui litigi tra i due. La musica swing abilmente eseguita ha permesso di creare quella piacevole riflessione sul lungo carteggio appassionato. L’amore quando arriva travolge tutto, come un fiume che esonda dagli argini. L’amore vorrebbe possedere tutto e, a volte, rischia di diventare distruttivo e, nonostante tutto, ci riempie di vita.

L’evento, patrocinato dal comune di Sesto San Giovanni, è stato promosso e proposto dalla Biblioteca Pietro Lincoln Cadioli, in collaborazione con l’associazione Mnemosyne, a conclusione della rassegna “Inchiostri d’amore” che fa parte di “Giardini e ville in musica”, giunto alla terza edizione.

I Commenti sono chiusi