NERVI TESI IN COMUNE, MILTON RISCRIVE LA STORIA REPUBBLICANA E S’ODE MIAGOLARE UNA FIGURACCIA

Animi agitati. Tensioni a fior di pelle. La politica comunale teramana è ormai dichiaratamente sull’orlo di una crisi di nervi. Ma oggi, con ogni probabilità, si è raggiunta l’apoteosi del paradosso. Quando, infatti, il presidente del consiglio comunale Milton Di Sabatino ha chiesto alla segreteria di convocare via Pec la commissione capigruppo, per “discutere della situazione politica al Comune di Teramo”, in questo piccolo spazio di terra tra due fiumi, si è scritta una pagina epocale della storia repubblicana italiana. Che un presidente del consiglio per ruolo e per definizione incaricato di gestire i lavori consiliari dal punto di vista meramente organizzativo, decidesse di aprire un dibattito politico sulla situazione appunto politica, facendo politica non si era mai vista. Anzi, la cosa assume i contorni di un vero e proprio giallo, che stupisce se legato alla personalità dell’arbitro Di Sabatino, notoriamente attento alle regole. E allora, una sola spiegazione è possibile che sul far dell’alba, il buon Milton abbia avvertito il suo universo prossimo un miagolìo forte ma così forte da scardinare tutte le sue certezze burocratiche e spingerlo a tentare, di fatto, una sorte di convocazione sfiduciante nei confronti del Sindaco. Anzi, secondo i ben informati, il miagolìo sarebbe stato corale nel corso di una riunione di Futuro In di ieri sera in occasione della quale, il presidente del consiglio, sperando di poter dare una poderosa mano alla causa gattiana, facendo cadere il Sindaco che molto si impegnò per garantirgli proprio quel posto da presidente, avrebbe proposto questa riunione politica della capigruppo. L’esito? L’ennesima, straordinaria, indimenticabile, clamorosa, paradossale figuraccia in chiave micesca. Infatti non solo quella di Milton era una convocazione platealmente impossibile, visto che esula dalle competenze del presidente del consiglio la convocazione di una riunione politica, ma anche era sbagliata nei tempi e nei modi visto che, mentre Milton inviava le convocazioni la giunta ritirava il bilancio (perchè c’è la proroga, e perchè ci sono gli emendamenti, una del sindaco e due dell’opposizione). La giunta h revocato il biloancio che fu depositato e portato in consiglio, Milton ha provato a amettere in difficilotà il sindaco convocando i capigruppo dove i gattiani hanno la maggioranza… Come è andata a finire? Che Milton sta preparando la nota con la quale annulla la capigruppo. E adesso chi glielo spiega ai gattiani?

Annullamento Conferenza dei Capigruppo

 

 

 

 

 

I Commenti sono chiusi