News / Avete bisogno di software antivirus per i Chromebook?

Pubbliredazionale

 

 

 

Avete bisogno di software antivirus per i Chromebook?

Risposta breve:

È necessario installare il software antivirus sul sistema Windows, ma non è necessario acquistare o installare software antivirus sul Chromebook. I Chromebook utilizzano una combinazione di aggiornamenti automatici, di processi di sandboxing (ambienti virtuali limitati di prova), di crittografia dei dati e una procedura di avvio controllata, per proteggere da virus e malware.

Risposta estesa:
Se da una parte, Google ha fatto di tutto per proteggere quanto più possibile i Chromebook dai virus, dall’altra, è ancora tecnicamente possibile che un programma malevole possa entrare nel proprio sistema. Questi tipi di malware assumono spesso la forma di estensioni Chrome maligne oppure infettano alcune App scaricate da Playstore, rendendole pericolose e basta dunque semplicemente disinstallarle,

Ecco alcuni dei modi in cui i Chromebook ti proteggono dai virus.

Sandboxing

Ogni pagina Web e ogni applicazione vengono attivate nel rispettivo ambiente limitato chiamato “sandbox”. Nella maggior parte dei casi, il sandboxing costituisce una protezione contro i siti web pericolosi e contro le applicazioni Android canaglia. Naturalmente, i siti e le applicazioni malevoli hanno ancora la possibilità di eseguire delle azioni illeciti come quella di rubarvi i dati o tentare di ingannarvi , ma il processo di sandboxing contribuisce a proteggere il sistema sottostante dai virus e impedisce alle applicazioni maligne di accedere ai dati di altre applicazioni e di altre pagine Web.

Ma cosa succede se, nonostante la sandbox, un virus è riuscito a installarsi nel sistema operativo Linux sottostante? Quali misure, a livello di sistema, proteggono il dispositivo Chrome dai virus?

Processo di avvio verificato

Se un virus dovesse riuscire ad installarsi a livello di sistema, dovrebbe essere intercettato alla prossima volta in cui si riavvia il Chromebok tramite il processo di avvio verificato. Il processo di verifica, ad ogni avvio, confronta, il sistema del Chromebook in uso con la copia originale di Chrome OS, alla ricerca di eventuali indizi di inquinamento. Nel caso qualcosa sia fuori posto, il sistema viene automaticamente riparato, prima che si prosegua con l’avvio.

Crittografia dei dati

Per impostazione predefinita, si procede alla crittografia della maggior parte dei dati utente memorizzati sul Chromebook . La crittografia consente di garantire la privacy dei file e la navigazione dei dati nel caso di furto del proprio Chromebook oppure nel caso si tenti di accedere, in modo non autorizzato, all’archivio del computer.

Powerwash (Pulizia potente)

Se si pensa che qualcosa non funzioni con il proprio Chromebook e che possa essere stato colpito da virus, è possibile, utilizzando la funzionalità di “Powerwash”, di eseguire il ripristino dei dati di fabbrica. Prima del ripristino – poiché con questa operazione, vengono cancellate tutte le informazioni presenti sul disco rigido del Chromebook – sarà necessario eseguire il backup dei file (i file salvati su Google Drive dovrebbero essere al sicuro poiché sono memorizzati nel centro dati di Google). Di seguito alcune informazioni aggiuntive su come ripristinare il proprio Chromebook con i dati di fabbrica.

Rimozione delle estensioni e programmi maligni.

Gli utenti spesso fanno confusione tra gli annunci e le app e estensioni malevoli per i virus. Se il proprio Chromebook si comporta in modo strano o mostra degli annunci, potreste semplicemente aver installato un’estensione di Chrome pericolosa. Date un’occhiata alle estensioni che avete installato e alle Applicazioni scaricate da Playstore e provvedete a rimuovere tutto ciò che sembra sospetto.

I Commenti sono chiusi