Ostensione Padre Pio, esultano tutti: fedeli, operatori turistici e Chiesa

Padre Pio da Pietrelcina

Padre Pio da Pietrelcina

Il primo giugno il corpo di Padre Pio tornerà ad essere visibile ai fedeli. Padre Pio sarà esposto nella chiesa inferiore a lui intitolata. La celebrazione eucaristica sarà presieduta  dal prefetto della Congregazione dei santi, cardinale Angelo Amato. Si tratta della seconda ostensione di san Pio da Pietrelcina. Ma sarà anche l’ultima: l’esposizione del santo con le stimmate stavolta sarà permanente. Padre Pio è stato sfossato per la prima volta il 24 aprile del 2008. Fino al 24 settembre del 2009.

La notizia, già anticipata da diversi organi di stampa locali e nazionali alcune settimane fa, è stata accolta con entusiasmo dagli operatori turistici. Certi che anche stavolta l’ostensione di san Pio porterà un elevato flusso di pellegrini e turisti. Grazie ai quali, i tanti albergatori del posto potrebbero rimpinguare fortemente le casse aziendali. Sino ad oggi in rosso permanente.

Forte soddisfazione viene espressa anche dai tanti fedeli del santo sparsi nel mondo. Per tutti loro l’occasione è propizia per pregare innanzi al corpo del sacerdote più celebre del 20esimo secolo. Per quanto è dato sapere, da quando era venuta fuori la notizia di una nuova possibile esposizione del santo, i telefoni di diverse strutture ricettive hanno ripreso a squillare.

L’esposizione del corpo del Padre sarà un toccasana anche per le casse del santuario. Le offerte dei fedeli, negli ultimi tempi, sono calate fortemente. Per contro le spese, complice anche la costruzione della basilica progettata da Renzo Piano, sono aumentate.

Il 16 giugno è l’anniversario della santificazione del fraticello del Gargano, celebrata nel 2002. Per l’occasione in molti sono pronti a scommettere in una visita di Papa Francesco. Indiscrezioni parlerebbero anche di un interessamento diretto del Papa per la struttura Casa Sollievo della Sofferenza. Da qualche tempo in difficoltà finanziaria.

I Commenti sono chiusi