Pietracamela/Il Prefetto scioglie il consiglio comunale e nomina commissario la D’Agostino

Non ci ha ripensato Antonio Di Giustino  nei venti giorni concessi dalla legge per rientrare in Comune e per questo motivo, dunque, il Prefetto ha decretato lo scioglimento del consiglio comunale di Pietracmela. Di Giustino lo aveva detto anche ai microfoni di Vera Tv Abruzzo che per lui l’esperienza amministrativa si era definitivamente concusa. E così è stato.

Il Prefetto Valter Crudo, preso atto della mancata revoca, nei termini di legge, delle dimissioni rassegnate dal Sindaco di Pietracamela Di Giustino in data 29 luglio scorso, ha sospeso il Consiglio Comunale, rinnovato nelle consultazioni elettorali del 7 maggio 2012 e ne ha avviato la procedura di scioglimento avanzando formale proposta al Ministero dell’Interno e disponendo, d’intesa con il citato Dicastero, per la gestione commissariale dell’Ente.

 

In attesa dell’emanazione del decreto del Presidente della Repubblica di scioglimento sarà, dunque, un Commissario prefettizio a garantire – ai sensi dell’art. 141, commi 1, 2 e 7 del d.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 – la provvisoria amministrazione del Comune.

 

L’incarico, come da Decreto prefettizio odierno, è stato affidato al Viceprefetto Vicario dott.ssa Silvana D’Agostino che, insediatasi presso questa Prefettura/U.T.G. il 24 marzo scorso, non mancherà di apportare a Pietracamela, la più importante località turistico-invernale della provincia, gli esiti di una pluriennale e significativa esperienza professionale corollata, peraltro, anche da mandati commissariali in 16 Comuni campani.

 

 

 

I Commenti sono chiusi