Renzi è chiaro: “Alfano fuori dal governo”

renzi-alfano-tuttacronacaMatteo Renzi ha le idee chiare e ha già fatto recapitare la sua condizione al Nuovo Centrodestra: “Via Alfano dal governo”. Il premier in pectore non ha alcuna intenzione di accettare la resistenza a oltranza al Viminale dell’attuale ministro dell’Interno, ma vuole un cambio radicale: “Accetto tre ministri in quota Ncd, ma devono essere facce nuove. Angelino non può esserci”. Renzi mira al rinnovamento e ha reso noto che non porrà alcunveto su una figura di Ncd al Viminale. Mancano meno di 48 ore al giuramento e lo ribadisce ai suoi: “Non farò mai una specie di governo Letta senza Letta”. Il sacrificio di Alfano è dovuto a una serie di ragioni, a partire dalla vicenda di Alma Shalabayeva: “Che succede se tra un mese esce un’altra intervista di Procaccini sul casino che ha combinato Angelino coi kazaki?” Come se non bastasse, il ministro degli Interni negli ultimi mesi è stato praticamente l’ombra di Letta e rappresenta quindi un passato da tagliare proprio in vista del rinnovamento. In casa Ncd, a questo punto, si respirano paura e scetticismo. Perchè qualora si tornasse al voto, non è certo scontato che riescano a racimolare voti sufficienti per mantenere seggi. Per questo motivo, come spiega anche l’Huffington Post:
Non è affatto escluso che, alla fine, Alfano possa cedere perché alternative alla nascita del governo non ci sono. Purché venga messo nero su bianco nel programma di governo che l’Italicum sarà approvato solo dopo l’abolizione del Senato. Altrimenti, spiega Quagliariello, “potremmo non entrare al governo”. Dice l’ex ministro: “’Non ci deve essere neppure il dubbio che si stia facendo la nuova legge elettorale per poi non fare le altre riforme e andare alle elezioni”. Più che una minaccia, l’ostentazione della grande paura.

I Commenti sono chiusi