Report del 02/06/2014 – Cassa continua – La puntata.

Cassa continuaSe è stato difficile perfino per i giornalisti di Report capirci qualcosa, dentro le società che gestiscono i fondi pensione per gli ordini professionali, significa che c’è veramente bisogno di accendere una luce su questo sistema.
Dove in pochi vogliono parlare, in pochi concedono interviste, sia dentro le casse che dentro gli enti di controllo. Ministeri e authority.
Eppure sono le pensioni di giornalisti, medici, agenti di commercio, ragionieri ..: come sono stati usati i loro soldi, quelli che dovrebbero garantire il loro futuro?

L’inchiesta di Alberto Nerazzini ha mostrato come questi soldi siano stati usati per operazioni spericolate, in fondi offshore, per scalate bancarie (su input politico).

Della cassa Enpam, che gestisce i fondi per i medici, 250 ml sono finiti nelle tasche di banche d’affari, per un investimento rischioso.
E’ indagato per truffa anche un professore della Bocconi che avrebbe ideato l’operazione , il prof Dallocchio (che conferì la laurea a Sara Tommasi).

20 ml della cassa dei medici sono finiti dentro la DGPA, una società dello stesso professore (operazione decisa dal cda dove sedeva lo stesso)
Un medico ha firmato un esposto di denuncia, ma è stato cacciato dal cda della cassa (prof. Sciacchitano).

Nell’inchiesta che ha portato all’arresto di due pezzi grossi della finanza milanese, i fratelli Magnoni, c’erano dentro anche le casse di risparmio dell’ordine dei medici, dei ragionieri e dei giornalisti.
Il presidente dell’Inpgi, Camporese, ha comprato delle quote di questa società, rimettendoci.

Tutti investimenti che rendono, si sono difesi gli interessati: ma sono investimenti rishiosi: è corretto che una società privata ma con finalità pubbliche si metta a giocare al casinò?

La vicenda Enasarco: è il fondo degli agenti di commercio. 70 milioni dalle sue casse sono finiti in un fondo in Lussemburgo, il fondo Athena. Dal fondo Athena, Enasarco ha chiesto 100 milioni in prestito: per cosa?
Dal servizio, sembra di capire che quei soldi servissero per comprare azioni della BPM, per scalare la banca.
La scalata fu fatta da un altro uomo della finanza, Mincione, presidente di Time & Life, amico di Dini (il padre della riforma delle pensioni).

Altri soldi della cassa sono finiti per salvare MPS.
E poi ci sono i fondi strutturati, il fondo Europa, gestiti da una società offsshore, la GWM. Per garanzia di questi soldi investiti in fondi strutturati (rischiosi, dunque), Enasarco ha comprato BTP al 6%.
Ma non sarebbero coperture sicure.

Infine la storia dei beni immobili dismessi nell’operazione Mercurio: una storia dove si parla di rogiti fatti al bar, appartamenti venduti in contanti, immobili svenduti per fare affari.

Forse, concludeva Milena Gabanelli, potrebbe essere arrivato il momento di commissariare l’ente.

Da unoenessuno.blogspot.it

I Commenti sono chiusi