Ri-Cervia: Real Faenza 0-1 Cervia

Bobo e Fantini espugnano Faenza

1518994028762.jpgPer dimenticare la crisi di mezza stagione, in cui sembravano impantanati i gialloblù, serve una prestazione da tre punti. Burioli ripropone Farina dal primo minuto; è una scelta che, come anche altre, risulterà vincente e provvidenziale.
PRIMO TEMPO: Il solito paradosso della disattenzione porta il Cervia a rischiare grosso già al 5° minuto, quando i padroni di casa buttano al vento due clamorose occasioni (doppio liscio e tiro in bocca al portiere, oggi Rinaldi). Un minuto più tardi è ancora il Faenza a provarci con un colpo di testa velenoso, ma i nostri iniziano a prendere campo con veemenza. All’ottavo giro di lancette Bobo rompe il ghiaccio con una conclusione dalla lunga distanza: è il segnale della fama gialloblù. Fra un cartellino e l’altro, il Cervia continua a spingere e va vicinissimo al vantaggio con Tassinari, ma il portiere è ben piazzato e nega la seconda gioia stagionale al nostro numero 14. Le poche fiammate del Faenza sono imprecise e magistralmente arginate da Farina e capitan Vannucci. Il Cervia non molla, ma non ottiene nulla (salvo l’ammonizione di Fantini per simulazione). Primo atto di gara chiuso a reti inviolate.
SECONDO TEMPO: È un Fregati dirompente quello che si vede sul terreno di gioco; la sua percussione sulla fascia sinistra è incontenibile: saltati in scioltezza tre difensori, brucia la metà campo avversaria con uno scatto poderoso (che vale un prezioso calcio d’angolo). Il pubblico apprezza. Al 61° Buratti serve bene Tassinari, che però (di testa) non riesce ad indirizzare con precisione il pallone. Fiumana e Odorico, nonché il già citato binomio Farina-Vannucci, cancellano la fase offensiva di un Real Faenza molto impreciso, che si risveglia solo (vagamente) nel finale. Inchiodato sullo 0-0, il risultato non sembra volersi sbloccare, ma gli equilibri si sfaldano al 42°, quando Manfredonia si conquista un provvidenziale calcio di rigore. Dal dischetto, Fantini è freddissimo e suggella un successo stra-meritato. Il Cervia potrebbe dilagare, ma anche rischiare di subire la rete rivale: dopo un’occasionissima gialloblù, un’uscita imprecisa di Rinaldi fa tremare i tifosi sugli spalti. A chiudere in avanti sono comunque i nostri, col solito Bobo, che sfiora la gioia personale (conclusione violenta, di poco sopra la traversa). Grandissima prestazione del numero 9.
La trasferta faentina finisce 1-0 per i ragazzi di Burioli, che archiviano di misura la pratica odierna, ritrovando gioco e fiducia. Grande prova di forza per il Cervia, che vuole dimostrare di meritare le zone alte della classifica.

Alessandro Tassinari
http://aletasso21.wordpress.com

I Commenti sono chiusi