Roma: se la scuola considera stranieri e disabili un problema, che persone cresceremo?

I Commenti sono chiusi