Scalea, proclamato lo stato di agitazione al Consorzio Valle Lao

Scalea – E’ stato proclamato lo stato di agitazione presso il Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini Tirrenici del Cosentino Scalea. La quasi la totalità dei dipendenti del Consorzio di Bonifica integrale dei Bacini tirrenici del cosentino, stanchi dell’abbandono delle istituzioni Regionali, Ente di appartenenza, con questa forma di protesta estrema hanno sottolineato la paralisi economica-finanziaria in cui l’Ente consortile è precipitato senza che vengano prospettate ai lavoratori possibili soluzioni dello stato di crisi. “La situazione, ad oggi – si legge in una nota – risulta più grave e preoccupante per la mancata erogazione degli stipendi maturati e non corrisposti da circa 9 mesi e senza nessuna prospettiva di vedere tutelato il proprio posto di lavoro. L’Ente non è in grado di affrontare le spese vive quotidiane necessarie al funzionamento dello stesso, così come i dipendenti stessi non sono in grado di assicurare gli alimenti e le spese vive alle proprie famiglie, né tantomeno più in grado di anticipare le spese per raggiungere il posto di lavoro, in quanto privi ormai di qualsiasi risorsa, avendo esaurito i propri risparmi nel corso degli anni.

An.tr.

 

I Commenti sono chiusi