Scusate

Il post di domani, già scritto e previsto, salta, slitta , si sposta. Sono passata sul “ponte di Brooklyn ” innumerevoli volte, ogni volta che andavo all’Ikea restavo a guardarlo con il naso in aria. A mio marito piaceva moltissimo, come tutte le ” grandi opere” di quando era bambino. Non è solo un sogno che si infrange è un gigantesco passo indietro dell’intero paese.

Come se non fossimo abbastanza terzo mondo.

Buon ferragosto, se ci riuscite.#Genova

I Commenti sono chiusi