Sesto ricorda la figura dello scultore giapponese Kengiro Azuma autore delle tartarughe di Largo La Marmora

Largo La Marmora

Largo La Marmora con la fontana delle tartarughe.

   SESTO SAN GIOVANNI – E’ scomparso sabato a Milano lo scultore e artista giapponese Kengiro Azuma, nato nel 1926 a Yamagata, che per la città di Sesto San Giovanni ha ideato e realizzato, insieme al figlio Ambrogio, la Fontana delle Tartarughe di largo La Marmora, inaugurata nel 2004.

Azuma – ricorda il Sindaco Monica Chittò – ha riunito in sé e nella sua opera due mondi diversi, l’oriente e l’occidente, riuscendo nella non facile impresa di sintetizzare la filosofia e cultura zen e la visione artistica italiana di Marino Marini e Lucio Fontana, suoi maestri. La sua Fontana delle Tartarughe di largo La Marmora è diventata un luogo simbolo di Sesto San Giovanni: non solo una scultura, ma anche un luogo di aggregazione e gioco. Credo non possa esserci lascito maggiore per un artista che quello di vedere la sua opera diventare un punto di aggregazione e di scoperta continua per grandi e bambini. La città di Sesto San Giovanni, nel ricordare la figura di Azuma, si associa al dolore della famiglia per la sua scomparsa”.

I Commenti sono chiusi