Sesto, Sara Valmaggi domani presidierà la stazione ferroviaria per “denunciare” le carenze del trasporto sui treni lombardi

La stazione di Sesto.

    SESTO SAN GIOVANNI – “Treni per vivere e non da piangere” è lo slogan che accompagna l’iniziativa che il gruppo consiliare regionale del Partito democratico della Lombardia, insieme ai gruppi del Patto Civico e di Insieme per la Lombardia, ha programmato per domani giovedì 16 novembre nelle stazioni ferroviarie di tutta la regione.

Un’azione di protesta e di ascolto, che ci porteà ad alzare ancora di più la voce e rendere più energiche le già innumerevoli richieste di intervento presentate a questa Giunta ormai sorda, capace solo di fare vane promesse” spiegano la vicepresidente del Consiglio regionale, Sara Valmaggi e il consigliere Carlo Borghetti, che giovedì presidieranno la stazione di Sesto San Giovanni dalle 7,30 alle 9 di mattina.

Una giornata di mobilitazione– concludono i due consiglieri- per promuovere, insieme ai pendolari che ogni giorno si ritrovano ad affrontare ritardi, soppressioni, guasti di ogni genere e sovraffollamenti, un’azione di protesta nei confronti di un servizio ferroviario che non è ancora all’altezza di una regione dinamica e innovativa come la Lombardia. Vogliamo un piano straordinario di investimenti per avere stazioni più presidiate, con treni più puntuali, più vivibili e soprattutto più sicuri”.

I Commenti sono chiusi