TITOLO D’INGANNO. MIGRANTE ABBANDONA FIGLIA IN OSPEDALE

DI LUISANNA PORCU

Oggi L’unione Sarda titola più o meno così:

“Migrante partorisce al Brotzu e abbandona la figlia”.

Non so chi sia il titolista, non conosco il giornalista e non oso immaginare chi abbia fatto trapelare questa notizia dal Brotzu, leggo però che il primario ha rilasciato delle dichiarazioni terribili in merito.

A voi 3, chiunque voi siate, voglio dirvi alcune cose:

– la donna, richiedente asilo, probabilmente è stata stuprata più e più volte durante il suo arrivo in Italia e probabilmente da questi stupri ha avuto anche la conseguenza di una gravidanza non certamente desiderata.

– ha scelto o è stata costretta a non abortire con metodi comunque sicuramente rischiosissimi per la sua vita

– ha deciso di partorire in un ospedale e far si che la sua bambina, desiderata o meno, avesse l’opportunità di una vita migliore di quella che LEI poteva offrirle

– ha partorito e non riconosciuto sua figlia in totale anonimato, come consentitole per legge dal nostro ordinamento giuridico, ma la sua privacy non è stata rispettata quindi l’ospedale è passibile di denuncia.

– gentile dott. Chessa lei parla di non empatia mostrata dalla madre nei confronti della piccola. Lei è un medico quindi dovrebbe conoscere il funzionamento post traumatico degli esseri umani. Si rende conto della gravità delle sue affermazioni?

Detto questo mi chiedo.

Ma voi moralisti integerrimi che titolate, scrivete e accettate notizie di questo “calibro” per vendere il vostro giornale, vi siete mai chiesti quanti sono gli uomini che non riconoscono i loro figli?

E visto che vi piace tanto il termine “abbandono” quanti sono gli uomini che abbandonano?

Dopo questa attenta analisi, potrete anche esprimervi con “giudizio” nei confronti di noi donne madri.

Prima di allora..

Tacete.

Il silenzio è di gran lunga superiore

Vogliamo parlare della foto?

Terribile.

La mano di una donna bianca che “accoglie” la manina di colore.

Ma dove?????

E soprattutto: per quanto?

 

foto_562764_550x340

I Commenti sono chiusi