Un periodo così.

I fatti : il governo gialloverde ha impedito a una nave di immigrati di sbarcare, contemporaneamente ha permesso ad altre di attraccare con il loro carico umano dolente.  Non si è capito se la frase “prima gli italiani” significa li prendiamo in giro ( gli italiani) o li proteggiamo dagli immigrati. Il ministro dell’interno sta diventando il ministro della paura, urla sempre i suoi slogan come se fosse  una campagna elettorale continua ma lo sa che tra poco andremo tutti in ferie. Il testosterone sta ingolfando le città ma speriamo che qualche nuotata o qualche scarpinata su e giù per le montagne stemperi gli animi e lo disperda. Si sente molto la mancanza della squadra italiana nel campionato mondiale di calcio, anche se mi dicono che le squadre giocano quasi tutte malissimo e quindi non ne vale la pena dolersene. Si vedono giocare squadre che nemmeno si pensava, tipo il Senegal o la Nigeria o l’Egitto. Vuoi vedere che anche in Africa hanno un campionato di calcio? E anche e la televisione? E forse anche qualche metropoli con la luce e l’acqua e non vivono tutti come ci fanno vedere i nostri mass media?

Con il nuovo governo ci si aspettavano soldi per andare in ferie, il lavoro per i disoccupati, qualche parola sull’ambiente, ma qua si vede ben poco. Io non vedo nessun cambiamento, anzi l’imbarbarimento della convivenza e dei rapporti fra cittadini. Ma sintetizzare in poche righe è impossibile. Alla fin fine non cambia niente. Cambiano le facce e la storia è sempre la stessa.

I Commenti sono chiusi