“WHO’S SHE?”: LA STORIA DELL’EMANCIPAZIONE FEMMINILE PASSA ANCHE DA QUI

Da qualche tempo a questa parte siamo testimoni di una nuova primavera per quel che riguarda la rinascita del movimento femminista e più in generale la riscoperta di figure femminili storiche. A questo lavoro di rivalutazione si unisce la necessità di fornire modelli femminili positivi di riferimento che possano ispirare bambine, ragazze e donne. Basta pensare al successo ottenuto da libri come Storie della buonanotte per bambine ribelli” a cui si deve il merito di aver innescato tutto, grazie anche ad un fortunato Kickstarter di successo.

Proprio come il protagonista del nostro post di oggi.

Who’s she? è una versione rivisitata e tutta al femminile del famoso “ Indovina Chi”, il gioco da tavolo cult negli anni ’70 che permetteva di indovinare, con delle domande ben precise, l’identità di un personaggio misterioso.

Schermata 2018-12-06 alle 14.54.18.png

L’idea geniale dell’ideatrice Zuzia Kozerska-Girard, una designer polacca, è divertente e provocatoria: perché fermarsi all’apparenza, quando dietro all’aspetto fisico c’è di più? Quali sono i sogni, le passioni e i traguardi raggiunti da donne che il mondo lo hanno cambiato per davvero?

Who’s she? racconta infatti di eroine che hanno avuto il coraggio di essere diverse e rischiare per emergere in contesti dominati da canoni quasi esclusivamente maschili.

Dall’enigmatica Cleopatra, che ha messo in crisi l’Impero Romano, ad Amelia Earhart, la prima donna pilota a sorvolare da sola l’Oceano Atlantico… ma anche Malala Yousafzai, Frida Khalo, Serena Williams, Yoko Ono.

Artiste, scrittrici, attiviste.

DONNE.

Tanti tasselli di storia, di volti e di coraggio in un gioco che non vuole solo divertire, ma anche ispirare.

La rivoluzione rosa è in atto, migliaia sono le donne che ogni giorno lottano per imporsi nella società cercando di combatterne i canoni stereotipati.C’è chi lo fa scendendo in piazza, chi creando delle social community e promuovendo il girl empowerment a suon di hashtag, chi rivisitando un gioco da tavolo.

Va anche detto che spesso il vero nemico di una donna, senza far leva sul più che blasonato clichè del maschilismo, è una donna che non riesce ad accettarsi.

Per questo è importante conoscere queste figure femminili, precorritrici delle influencer di oggi e la cui biografia non si legge nel feed di Instagram, ma sui libri di storia.

Quindi… gioca la tua carta e lasciati ispirare.

 Eidostweet: L’importante è partecipare per vincere insieme.

 

I Commenti sono chiusi